La Posta Elettronica Certificata (PEC) è un sistema di posta elettronica che:

  • garantisce l’ invio e la ricezione di messaggi e di eventuali documenti allegati,
  • attesta con valenza legale l’invio e la ricezione dei messaggi al pari di una raccomandata con ricevuta di ritorno.

L’invio mediante PEC è possibile per i soggetti forniti di una casella di Posta Elettronica Certificata. 
Per fare richiesta di una casella di PEC ci si può rivolgere ai gestori presenti nell’elenco pubblico dei gestori di Posta Elettronica Certificata pubblicato sul sito dell'Agenzia per l'Italia Digitale.

L'utilizzo del canale PEC non presuppone alcun tipo di accreditamento preventivo presso il Sistema di Interscambio.

I file FatturaPA e i file archivio devono essere spediti come allegato del messaggio di PEC.

L'indirizzo PEC a cui destinare i file è il seguente: sdi01 [AT] pec [DOT] fatturapa [DOT] it.

Il messaggio, comprensivo dell’allegato, non deve superare la dimensione di 30 megabytes. Se tale limite dimensionale non viene rispettato non è garantito il buon esito della trasmissione.

Il soggetto che utilizza il canale PEC riceverà, sulla casella di PEC da cui ha effettuato la trasmissione, i file messaggio prodotti dal SdI relativi al proprio invio.

Nota bene: il Sistema, con il primo messaggio di risposta, notifica di scarto o ricevuta di consegna, comunica al trasmittente l’indirizzo di PEC che dovrà utilizzare per i successivi eventuali invii. 
L’utilizzo di un indirizzo di PEC diverso da quello assegnato dal SdI non garantisce il buon fine della ricezione del file FatturaPA.